Venerdì 5 agosto prende il via l’edizione 2022-2023 della Bundesliga. Il massimo campionato di calcio tedesco vedrà ancora una volta partire da favorito il Bayern Monaco, che poche settimane fa ha alzato al cielo il 10° Meisterschale (il trofeo che viene assegnato al vincitore della Bundesliga dal 1949) di fila. Per rendere l’idea dello strapotere dei bavaresi, basti pensare che mentre il Bayern è primo nella graduatoria per titoli nazionali a quota 32, al secondo posto troviamo il Norimberga con 9 successi.

Bundesliga 2022-2023: le date della stagione

Anche la Bundesliga prende il via con largo anticipo per via dei mondiali di Qatar. Per questo motivo, il campionato tedesco si fermerà il 13 novembre 2022, quando andrà in scena la 15ª giornata, mentre riprenderà con la 16ª il 20 gennaio 2023, mentre l’ultima giornata si disputerà iil27 maggio. Tra gli appuntamenti già segnati sul calendario dagli appassionati di calcio teutonici, ma non solo, il weekend del 7-9 ottobre, quando andrà in scena il primo appuntamento clou con Der Klassiker, il “Classico” del calcio tedesco, ovvero Bayern Monaco-Borussia Dortmund.

La griglia di partenza del campionato tedesco

La squadra di Julian Nagelsmann, dicevamo, parte ancora una volta con i favori del pronostico ed ha già messo in bacheca la Supercoppa vinta per 5-3 in casa del Lipsia. Ad una rosa già di livello stratosferico sono stati aggiunti elementi del calibro di Mané (unico nuovo elemento a giocare la DFL-Supercup), de Ligt, Gravenberch e Mazraoui, anche se in un solo colpo i campioni di Germania hanno perso tanti gol con la cessione di Lewandowski al Barcellona. Si gioca tanto Nagelsmann in prima persona, che è convinto di poter andare avanti con un “falso nueve” e che dovrà soprattutto far dimenticare la figuraccia Europea rimediata contro il Villarreal.

Proverà a contendere il titolo, seppur a debita distanza, il Borussia Dortmund, che però ha perso subito il colpo più importante dell’estate, il centravanti Haller. Chiamato a sostituire Haaland, trasferitosi al City, l’ex Ajax si è dovuto subito fermare per un brutto male che lo terrà lontano dai campi chissà ancora per quanto tempo. L’altro botto dei gialloneri è il difensore Sule, svincolato proprio dal Bayern, mentre per il resto sono arrivati diversi giovani di belle speranze, ma poche certezze.

A ridosso del Bayern dovrebbe partire anche il Lipsia, che è ormai stabilmente una delle big della Bundesliga da diverse stagioni. La Supercoppa ha stabilito chiaramente le gerarchie, con la formazione di Domenico Tedesco subito domata dai campioni. Del resto, solo dopo quella sconfitta è arrivato a Lipsia il secondo innesto importante dell’estate, il terzino sinistro Raum (ex Hoffenheim), che si è aggiunto al centrocampista Schlager, proveniente dal Wolfsburg.

Più indietro nella griglia di partenza il Bayer Leverkusen, che non ha messo a segno ancora nessun colpo degno di nota ed ha perso Alario (Eintracht Francoforte) e Weiser (Werder Brema). Potrebbe scalare le gerarchie, a questo punto, proprio la squadra che si è aggiudicata la passata edizione dell’Europa League, l’Eintracht, che tra gli altri ha innestato in rosa l’ex milanista Hauge e soprattutto Mario Gotze, rinato dopo la parentesi al PSV Eindhoven.

Bundesliga 2022-2023: la prima giornata

05.08. 20:30 Francoforte-Bayern

06.08. 15:30 Augusta-Friburgo

06.08. 15:30 Bochum-Magonza

06.08. 15:30 Monchengladbach-Hoffenheim

06.08. 15:30 Union Berlino-Hertha

06.08. 15:30 Wolfsburg-Brema

06.08. 18:30 Dortmund-Leverkusen

07.08. 15:30 Stoccarda-RB Lipsia

07.08. 17:30 Colonia-Schalke

La prima giornata di Bundesliga si aprirà come da tradizione con l’impegno dei campioni in carica. è sarà subito big match perché il Bayern Monaco farà visita all’Eintracht Francoforte. Oliver Glasner ha fatto un grande lavoro nella passata stagione, culminato con la vittoria strameritata dell’Europa League, mentre in campionato non è andato oltre l’11° posto con 42 punti maturati dopo 10 vittorie, 12 pari e altrettante sconfitte. Il Bayern, invece, ha vinto la Bundesliga con 77 punti frutto di 24 vittorie, 5 pareggi e altrettante sconfitte. L’ultimo scontro sul Meno si è concluso con la vittoria del Bayern per 0-1 (Sané al 71’), ma il successo è arrivato dopo due affermazioni di fila dell’Eintracht (1-2 in Baviera e 2-1 sul Meno l’anno scorso).

Il pronostico pende dalla parte dei campioni di Germania indubbiamente, che non potranno comunque schierare gli infortunati Sarr, Goretzka, e Choupo-Moting. C’è curiosità di capire quanti nuovi acquisti Nagelsmann manderà in campo dal 1’, mentre Glasner dovrà provare a recuperare Hrustic e Kolo-Mouani, in forte dubbio.